Stoffa BuonaStoffa Buona






CERCA


 
foto news
Le mostre del 40° Alluvione
Le quattro mostre proposte per il 40° anniversario dell'Alluvione sono state inaugurate presso l’ex lanificio-Reda, nonostante si svolgano in quattro location diverse, e saranno visitabili fino a lunedì 8 dicembre.

Ogni singolo evento ha un’identità a sé stante e analizza un particolare aspetto del ruolo che l’acqua ha e ha avuto in Valle Strona ma non solo.

AQUA, buone e cattive azioni
9 novembre - 8 dicembre
ex-lanificio Reda, Valle Mosso

Oggi, a 40 anni di distanza la riflessione che emerge è che l’acqua può essere buona o cattiva: può assumere una connotazione negativa che sfocia in tragedia ma allo stesso tempo è una risorsa indispensabile (e limitata) per la vita come fonte di lavoro e di energia ma anche come occasione di gioco e di piacere. AQUA, buone e cattive azioni è un excursus multimediale a cura di Fabrizio Lava sul tema dell’acqua nelle sue diverse sfaccettature. Un’indagine approfondita svolta attraverso immagini, video, oggetti, voci, documenti, interviste e altro ancora. Un percorso nato per informare ma soprattutto per emozionare perché solo le sensazioni vissute in prima persona sono in grado di smuovere le coscienze.
La galleria virtuale si apre con due video-collages dal titolo ACQUA AZZURRA e ACQUA MARRONE che rappresentano la duplicità e l’ambivalenza che la risorsa acqua può assumere e che riassumono e guidano il visitatore alla lettura di ciò che incontrerà in mostra. Tutti i video seguono queste due essenze: ACQUA AZZURRA a ricordare l’acqua nella sua veste positiva, l’acqua come generatrice di vita, come forza motrice, come mezzo di trasporto, come fonte di benessere e di divertimento, e ACQUA MARRONE a raccontare la distruzione e la ribellione della natura alle violenze dell’uomo, le alluvioni e i grandi disastri ambientali.
Più che una mostra, un’esperienza concepita e voluta per far riflettere sul ruolo che l’acqua riveste per la vita degli esseri umani e del pianeta stesso, e in particolare sulla sua limitatezza: spesso infatti si considera l’acqua un bene illimitato e alla portata di tutti, quello che emerge dalle testimonianze raccolte è che, al contrario, l’acqua è un bene prezioso e come tale va protetto e rispettato.
In questa mostra non ci sono novità o informazioni esclusive. Ci sono invece immagini e notizie pubbliche e pubblicate: esse sono tutte reperibili sul web e da essa sono state tratte. Nessuno potrà dire: «io non sapevo…».

Alluvione a Valle Mosso
8 novembre - 8 dicembre
Project Store, via Bartolomeo Sella, Valle Mosso

Mostra documentaria permanente a cura di Luigi Spina e Fabrizio Lava, sugli effetti dell’alluvione nella Valle di Mosso. Uno spazio per commemorare, ricordare e per stimolare una riflessione constante sulla gestione del territorio.

Sempre al Project Store sarà possibile vedere in anteprima Strona Materia Prima. È il prologo di un discorso filmico sviluppato in quattro atti: lo Strona e la sua autobiografia; lo Strona come soggetto naturale, come soggetto culturale e come assoggettato alla tecnica.
Soggetto di Luigi Spina; Musiche di Luca Bergero e Luca Sicurtà; Location manager Fabrizio Sartore; Sceneggiatura, fotografia, montaggio e regia Manuele Cecconello.

La Scuola e la Valle: progetto conoscenza
Mostra Itinerante: un rinnovato orgoglio di appartenenza alla comunità locale può essere una delle precondizioni dello sviluppo dei piccoli centri, orgoglio che si declina con una maggiore competenza territoriale e un recupero della conoscenza della storia e della cultura locale per non disperdere la memoria.
18-19 Novembre: MOSSO (Auditorium Motta)
22-23 Novembre: VEGLIO (Scuole-Salone Comunale)
29-30 Novembre: SOPRANA (Mulino Susta)
6-7-8 Dicembre: BIOGLIO (ex Asilo)

50 anni di servizio volontario
9 - 23 novembre
Salone Casa del Popolo Crocemosso

L’Ass. Nazionale Vigili del Fuoco Volontari di Ponzone compie 50 anni: mostra della loro storia e degli interventi del 1968.

40 anni fa paura sconforto solidarietà e rinascita
Municipio Strona

Mostra documentaria ricordo e cause della tragedia

Orari d’apertura:
sabato 15-19 e domenica 10-19
Tutti gli altri giorni su prenotazione tel. 015 702652